Scrivere

Settembre

Luigi Ederle
(Introspezione)

Scendi settembre
sulle sere mie stanche,
ha scaldato i colli il sole
nel giorno che si fa povero,
se ne vanno i colori
dei miei amici fiori,
e tu settembre, doni
la bellezza alle foglie
che aspettano la morte,
regalaci le ultime feste
che felici chiudono l’estate.
Pensosi i ragazzi
tornano al sapere,
io mi fingo fanciullo
e vado a scuola nell’infinito.
(84 letture dal 21/08/2019)
Altre poesie di Luigi Ederle

<< scorri poesie >>
<< Luigi Ederle >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.