Scrivere

Pellegrini

Patrizia Ensoli
(Riflessioni)

Nel divenire del tempo
siamo come polvere in controluce
Semplici niente
tra le bellezze della vita.
Respiri unici
in balia del vento.

Immortali in qualcosa di simile agli orizzonti
come i campi e la terra, le stagioni, il mondo.
(226 letture dal 12/07/2019)
Altre poesie di Patrizia Ensoli

<< scorri poesie >>
<< Patrizia Ensoli >>
3 commenti a questa poesia:
   «Ci è dato di leggere il verso di una riflessione mica da ridere. Patrizia ci offre la cifra della sua Summa filosofica e lo fa, al solito, con perizia e godibilissimo stile. C’est facile! N’est pas?» di Salvatore Pintus    «Viandanti o pellegrini, purché con l’animo disposto al desiderio di conoscere ed al piacere puro della scoperta. Anche nel nostro niente siamo unici se riusciamo a cogliere tutta la bellezza della Vita. Consapevoli di una immortalità vulnerabile e fuggevole.» di Rosetta Sacchi    «Ora possiamo solo dire ci siamo un presente pulviscolo dell’universo tra natura e scienza e nel futuro caleranno i secoli ma noi non ci saremo!» di Giovanni Ghione
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.