Scrivere

Esile cima

Marco Forti
(Spirituali)

Ogni volta
che
inavvertitamente
l’impetuoso flusso degli anni
col pensiero
sfioro
qualcosa in me
sgomento
si ritrae.

Troppo
fragile
per resistere all’ingiuria delle ore
mille scuse
cerca
per evitare
il temibile confronto.

Ma
dalle ripide sponde
dell’eterno Fiume
un’altra
parte di me
più avvezza a sfidarne i gorghi
che
nell’impervio tragitto
da Sorgente a Sorgente
ad ogni ansa
sembrano
voler inghiottire
le nostre instabili barche
in mio soccorso
viene.

Strana vita
questa
legata ad un’esile cima
che Noi stessi
a noi stessi lanciamo!

Unico
disperato ancoraggio
che
indenni
può permetterci di attraversare
la vorticosa
inesorabile
fiumana del Tempo.
(165 letture dal 12/06/2019)
Altre poesie di Marco Forti

<< scorri poesie >>
<< Marco Forti >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.