Scrivere

Sicilia mia

Giacomo Scimonelli
(Dialettali)

Elimi, Siculi e Sicani
tri cori e n’alma sula

terra ri culuri
muntagni e prufumi

genti curaggiusi e amici ri tutti
nuddu ci mitti sutta.

Pararisu cu tri iammi
e cu na testa ri fimmina
unna li capiddi ‘ntucciuniati
da lu granu e da li sirpenti
fannu pinsari a lu munno d’aieri...

Populu bonu natu nmezzu u mari
pigghiatu a pirati
e troppu spissu smummuriatu

da lu stranieru ca veni ri luntanu
e da lu frati ‘talianu ca l’ha vastuniatu

susi l’occhi e talia lu celu

nuatri simmu Siciliani
e nun l’hamma scurdari

Suli, campagna e sapuri
sunnu pì tutti

e cu nni veni a taliari
e sempri lu binvinutu

cu avi fami attrova ri manciari
ma cu vò fari lu spacchiusu
mi dispiaci
si nn’agghiri luntanu...

mala cuscenza e irunia
ricurdativillu, ‘un fannu rima
intra li nostri testi, duri ma ‘ngignusi
sulu l’amuri jè puisia

nun s’attrova postu
pì lu tintu e pì cu assai babbia.

Elimi, Siculi e Sicani
tri cori e n’alma sula

simmu nu munnu a parti
e nuddu ci mitti sutta.
(97 letture dal 12/06/2019)
Altre poesie di Giacomo Scimonelli

<< scorri poesie >>
<< Giacomo Scimonelli >>
8 commenti a questa poesia:
   «intensa bellezza questa lirica che esalta la terra di Sicilia
che io, pur non essenso siciliana, amo tanto... ho avuto
amici siciliani che mi hanno rubato il cuore, è vero gente
buona e generosa che è piena di generosità ...versi intensi
molto apprezzati in un vernacolo stupendo... elogio» di carla composto    «Grande Giacomo in questi versi che esaltano la tua isola e l’orgoglio di essere siciliani. Complimenti!» di Giuseppe Mauro Maschiella    «Una bella lirica in vernacolo che esalta la Terra di Sicilia e il carattere dei suoi abitanti con espressioni colorite molto apprezzate!» di Giovanni Ghione    «Una bella e appassionante lirica sula terra natia. C’è consapevolezza, orgoglio di essere siciliano e tanto amore e dedizione. E’ stato un piacere leggerti, poeta, e arrampicarmi a capire alcuni vocaboli a me sconosciuti ma che, nonostante questo, mi è arrivata d’impulso con tutta l’anima e la sincerità della terra di appartenenza. Ho apprezzato molto e condiviso i pensieri ... con i miei complimenti!» di Ela Gentile    «Una splendida lirica in vernacolo, dedicata alla
terra natìa. Nei versi si evidenzia la grandezza
e la bontà del popolo siciliano, espresse in
immagini di grande pregio e spontaneità.
Poesia molto apprezzata» di Silvia De Angelis    «È meravigliosa la Sicilia e ringrazio il Poeta per avere scritto per la nostra isola una poesia così bella e suggestiva, scaturita dal suo cuore.
Noi siciliani siamo coraggiosi e molto ospitali ma... guai a prenderci in giro, a parlare con sottintesi usando parole poco limpide. Noi siamo siciliani, non dobbiamo mai dimenticarlo e io mi trovo ad essere sulla stessa lunghezza d’onda del sensibile e bravo autore.» di Sara Acireale    «Bella ed espressiva questa lirica che mostra tutto l’amore per la nostra terra. La lingua siciliana nonostante i suoi diversi accenti ha una matrice unica e l’autore, utilizzandone le tante colorite espressioni, riesce a darcene una magnifica prova. Ottima dialettale.» di Rasimaco    «un ode di superba bellezza ci indora tra le varie suggestive composte incorporate con l’indole vernacolo che ne esalta la stessa... i miei complimenti è fantastica.» di Splendido Leotta Michele
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.