Scrivere

"La notte raccontava"

Stefano Canepa
(Riflessioni)

Sei arrivata troppo tardi
per cogliere le rose
la pioggia è già venuta
e ha ucciso i miei ricordi

Le nuvole di Maggio
erano nere all’orizzonte
e ogni cosa parlava
di stagioni passate via

Sei arrivata quando
la terra era già fredda
e i semi erano morti
di nostalgia per le albe

Appena sfiorate dal sole
che baciava le primavere
fra una sera e l’altra
mentre la notte raccontava

Di altri fiori caduti lontano.
(102 letture dal 15/05/2019)
Altre poesie di Stefano Canepa

<< scorri poesie >>
<< Stefano Canepa >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.