Scrivere

Settembre

Giuseppe Mauro Maschiella
(Riflessioni)

Settembre arriva così
in punta di piedi,
la fresca pioggia
rinvigorisce i fiori,
s’attarda l’estate
e lentamente si chiude.
Gli alberi si vestono
di giallo e di rosso,
lievi s’alzano
le prime nebbie al mattino,
cadono morte le prime foglie,
è la tristezza che le raccoglie.
Non si può fermare
la ruota del tempo,
l’avanzare dell’autunno,
l’illusione che porta ogni stagione.

Settembre inganna
con i suoi colori vivaci,
il sapore delle caldarroste,
le bacche rosse,
l’inebriante profumo dei vini
bianchi e rossi nei tini.
E’ il mese dei ripensamenti,
dei rinnovamenti
e delle partenze
per l’uomo, che è solo,
e innalza il cuore
per vedere
oltre le infinite apparenze.

Settembre, per gli uccelli
è tempo di migrare,
raggruppati su rami e fili
si preparano a partire,
pieno di festosi gridi
è triste il loro addio
agli abbandonati nidi.
S’alzano in cielo
nella rosea sera,
a stormi, a tribù,
ma non tutti
torneranno a primavera.
Lungo è il viaggio,
in tanti,
spossati cadono nel mare
incrociando il destino
di altri migranti.
Uomini, donne, bambini ed uccelli
che laggiù in fondo al mare
abbracciati nella morte,
sono fratelli.
(40 letture dal 15/05/2019)
Altre poesie di Giuseppe Mauro Maschiella

<< scorri poesie >>
<< Giuseppe Mauro Maschiella >>
3 commenti a questa poesia:
   «Stupenda descrizione di un mese che porta con se una rara bellezza, ma anche tanta tristezza e nostalgia. Versi che lasciano dentro il sapore di un addio, o forse di un arrivederci. Complimenti sinceri.» di Franca Merighi    «Settembre è un mese intermedio che ha le caratteristiche dell’estate appena trascorsa e quelle dell’inverno che sta per arrivare.
È il mese in cui incomincia l’autunno, incominciano a cadere le foglie e i colori assumono tonalità che vanno dal giallo all’arancione. Le giornate incominciano ad accorciarsi e l’aria diventa più frizzantina. Tutto sommato è un mese che adoro anche se... una leggera malinconia assale l’animo per l’estate che ci saluta.» di Sara Acireale    «settembre, mese di colori
caldi e profumati
chiusura dell’estate
che veste tutto color del cuore
bella lirica, un dipinto d’autore
molto bella e apprezzata! elogi» di Stefana Pieretti
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.