Scrivere

Sguardi e orme per la vita

Giampaolo Ventoruzzo
(Riflessioni)

Con quali occhi guarderò il mondo
con quale sguardo affronterò la vita
con quale passo supererò la morte.

Con quali mani stringerò il futuro
Con quali spalle sosterrò giustizia
con che parole disegnerò paura.

Con che coscienza percorrerò ogni giorno
le strade torte della mia vita!
Triste, smarrita, dal dubbio rosa
forte e sicura della strada presa!

Con quale corpo sarò nel giorno
che del domani non vedrà il volto!
Lacero, sporco, dal tempo offeso
calmo, sereno, della vita pieno!

Devo sostare su questa terra
e sopra il cielo che dall’alto chiama
vorrei che i passi del mio cammino
lasciassero orme per chi è smarrito.

E quando anch’io sarò disperso
in questa selva d’umana gente
aver certezza che mi accompagni
che un’orma attende che io la trovi.
(69 letture dal 15/05/2019)
Altre poesie di Giampaolo Ventoruzzo

<< scorri poesie >>
<< Giampaolo Ventoruzzo >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.