Scrivere

Memorie esterno giorno e interno grunge

Salvatore Pintus
(Introspezione)

Tralci
e rami d’ulivo,
macchie di verdeargento,
abbracciano
fra schizzi di colore
vetuste zolle
e solchi
di fatica e sudore,
frangersi anima
e dorso,
mentre esilio
icone del tuo inganno
tra corredo di sposa
volute di lavanda
a sbriciolarli al buio,
scolorarli nel tempo
inchiodarne
i lembi dei ricordi
e tenerli
sepolti nell’oblio.
Lontano
echi di grunge living,
a inseguire
helping
e vita.
(222 letture dal 15/04/2019)
Altre poesie di Salvatore Pintus

<< scorri poesie >>
<< Salvatore Pintus >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.