Scrivere

Dietro i vetri di una sera

gianni manca
(Amore)

Con il naso schiacciato sul vetro di una sera,
con le lacrime di una pioggia offuscate dalla malinconia,
nel cantico intimo di emozioni persistenti
il tuo viso come un film proiettato sui miei occhi.

Il tuo profilo riposto dentro il cuore
come fosse una stella preziosa raccolta in fondo al mare,
guardo i tuoi passi che attraversano la bruma,
mentre i miei occhi appannati vorrebbero gridare.

Vorrei dirti che mi manchi, al di la di questa pioggia discreta,
come vorrei che il tempo non fosse cosi irraggiungibile,
abbarbicato ai miei sogni cadrei dentro i ricordi teneramente,
stretto alle tue mani mi sentirei volare.

Ho amato gli attimi di ogni tuo respiro,
quando ogni frammento dei giorni si riempiva di te,
l’odore della tua pelle si confondeva dentro la notte,
come ora che la pioggia mi confonde il viso .

La malinconia che si nasconde in fondo a un bicchiere,
bevuta d’un sorso come una bugia divertente,
dentro i silenzi che hanno fuggito i miei pensieri
per ritrovarmi ubriaco di sogni ancora una volta.
(43 letture dal 14/03/2019)
Altre poesie di gianni manca

<< scorri poesie >>
<< gianni manca >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.