Scrivere

Canto del pensiero su di lei

romeo cantoni
(Amore)

Scivola a Marzo il pensiero su di lei
quando apparve sì gentile ed improvvisa
passò innanzi come avvolta da una luce
e nuova Alba sorse avante gli occhi miei

come al risveglio da una notte strana
dai fantasmi agitata di una grigia vita
ecco di colpo il mio destin mutava
mentr’ ella andava seguita dai miei guardi

e furon Primavere che ci videro felici
a camminare insieme sui prati della vita
e poi le ombre lunghe dell’ Autunno
proiettavan i nostri abbracci verso sera

ma gli dèi osservavano infidi e tenebrosi
il tuo sorriso risplendere nel vento
e piacendo a quelli disposero una fine
al film stupendo da loro avuto avvio

ora tu sei lassù seduta su una Stella
e il tuo canto d’ amor le nuvole accarezza
e il tuo sorriso che nel vento risplendeva
ogni volta all’ Alba qui la luce tua riflette...
(59 letture dal 14/03/2019)
Altre poesie di romeo cantoni

<< scorri poesie >>
romeo cantoni >>
1 commenti a questa poesia:
   «È marzo e il ricordo della donna amata diventa struggente, la nostalgia assale il cuore del Poeta fino a diventare malinconia per ciò che prematuramente si è perduto.
Furono dolci primavere quelle trascorse assieme a lei e adesso il pensiero di questo ricordo diviene canto, LEI ascolta beata e da lassù ringrazia il suo amato.» di Sara Acireale
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.