Scrivere

Altalene

Rosetta Sacchi
(Riflessioni)

(Sfiorare la polvere o toccar le stelle)

La parola spesso fa danni irreparabili
specie se svincolata dal pensiero.
Talvolta lo decapita altre l’oltraggia
con l’intenzione o istintivamente.
Mentre il silenzio quasi sempre insegna
e porta a galla verità assolute,
parla di noi così come noi siamo
e non come apparir vogliamo.

Porto l’esempio sull’odierna riflessione
riguardo a qualità buone e cattive,
insite nell’uomo e non in egual misura,
ma con riguardo alle attitudini d’ognuno
e pure alle occasioni d’esperimento...
Pregi e difetti ecco il nome giusto!

Negare le altrui virtù di certo non le annulla
ed esasperarle non ne centuplica il valore,
ma accade ancor oggi di sfiorar le stelle
e a breve di giacere nella polvere
sulla bocca di chi accomoda il giudizio
dritto al suo scopo e con scaltrezza.

Ed è così che Tizio ... che è bravo e intelligente
dopo un istante non vale proprio niente!
(73 letture dal 14/03/2019)
Altre poesie di Rosetta Sacchi

<< scorri poesie >>
<< Rosetta Sacchi >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.