Scrivere

San Valentino

Rosario Salvatore Di Modica
(Amore)

Seduti al parco, mano nella mano
novelli Valentina e Valentino
la fronte unita e dolce il capo chino
sfiorandonci le labbra piano piano

per poi lasciarti con un baciamano
a casa tua, facendo anche un inchino.
L’ amore, deh! che splendido aguzzino,
che pur soffrendo, temi stia lontano.

Fra voli di farfalle ed uccellini
fra arcobaleni e canti di usignoli
in mente bucanevi e lor boccioli

volteggiano all’intorno gli amorini:
pensando a rivederti, a come, a quando,
ritorno a casa quasi svolazzando.

E ancora vo sognando...
Perché l’amore certo non è questo;
e dopo il sogno occorre che io sia desto.
(504 letture dal 11/02/2019)
Altre poesie di Rosario Salvatore Di Modica

<< scorri poesie >>
<< Rosario Salvatore Di Modica >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.