Scrivere

Dichiarazione d’amore a rime obbligate

sergio garbellini
(Amore)

Vorrei baciarti, stringerti sul petto
e accarezzare i tuoi capelli neri.
Vorrei poterti dare tanto affetto,
specchiandomi negli occhi tuoi sinceri.

Vorrei entrare in ogni tuo progetto,
condividendo appieno i tuoi pensieri.
Vorrei poter dormire al tuo cospetto
per sciogliere i miei folli desideri.

Purtroppo, adesso, son costretto a letto
con l’influenza, a causa dei battèri,
ho fatto la puntura, come ha detto,
il mio dottore, ch’è venuto ieri.

Ma quando sarò in piedi, ti prometto,
con dei progetti dolci e lusinghieri,
che t’amerò col massimo rispetto
e questi sono impegni veritieri.

Ti abbraccerò e annullerò il rossetto
con mille baci, intensi e messaggeri
d’un sentimento carico d’effetto
che chiarirà del tutto i tuoi misteri.

Vorrei che tu capissi il mio concetto
riguardo a tanti amanti avventurieri,
io provo un sentimento assai perfetto
e i miei proponimenti sono seri.

Son sempre pronto, col mio modo schietto,
e i miei atteggiamenti giornalieri
a regalarti il sogno nel cassetto
e di guidarti in magici sentieri.

Ti amo, tu lo sai, e te l’ho detto
più volte, con discorsi assai severi,
perché il mio amor non abbia alcun sospetto
son pronto a darti tutto ciò che speri

e dedicarti il tempo prediletto
ai tuoi problemi e renderli leggeri,
perché tu possa esprimere un verdetto
emesso con giudizi molto fieri.

Quel giorno formeremo un bel duetto
e un figlio, con i tuoi capelli neri,
trasformerà la coppia in un terzetto
coi cuori pieni di concetti austeri.
......
(... Ho terminato i versi prigionieri
di rime vincolate ad ETTO ed ERI! )
(174 letture dal 12/01/2019)
Altre poesie di sergio garbellini

<< scorri poesie >>
<< sergio garbellini >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.