Scrivere

Lo sguardo in una stella

Matteo Tiburzi
(Amore)

Giorni lontani,
di un autunno inoltrato,
vissuti in una camera o sull’erba di un prato,
ricordi sbiaditi già persi nel tempo
di sguardi di baci e di un dolce tormento.
I tuoi occhi brillavano di una luce selvaggia
che scaldava la pelle e bruciava le labbra.
Poi lo schiaffo del caso
ha bussato alla porta,
l’incidente l’asfalto
e la notte infine
ti ha colta;
quel che rimane adesso
sono solo delle foto,
appoggiate su di un tavolo
dove la notte ora
riposo.
La storia è sempre quella
non c’è niente di nuovo
e mentre so
che ancora lui ti aspetta,
Io
che sono solo un pazzo,
credo di vedere
in questa bella stella,
la luce vivida
del tuo sguardo.
(159 letture dal 11/01/2019)
Altre poesie di Matteo Tiburzi

<< scorri poesie >>
Matteo Tiburzi >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.