Scrivere

LA SOLITUDINE (dolce compagna)

gianni manca
(Amore)

Ho inventato le storie che danzavano tra le nuvole,
staccarmi dalla mia fragilità di questa notte fatua,
mentre avvertivo il tuo respiro attraversarmi lieve,
quasi un timore racchiuso nel mormorio di una carezza.

La mia amica silente nell’intimità dei miei attimi puri,
quando il mio universo pervade il cielo,
dentro i miei pensieri che giocano a rincorrersi,
come la luce accecante di un arcobaleno di ricordi.

è dolce la mia solitudine, solita compagna di sogni,
essenza nell’aria, intrappolata dentro il mio spirito muto,
afferro i momenti più intimi della mia pazzia,
li sento ferirmi mentre mi dondolo in un amore grande.

Stringo le mie mani mentre mi sazio di infinito,
dentro un vortice di sensazioni irrisolte,
le mie emozioni gravide della tua presenza
avvertite come il graffio di un profumo persistente.

Questo silenzio distante dalla mia ombra
lo sento sulle mie spalle come un cantico suadente,
mi accompagna come una brezza di mare sui capelli
con te che mi guardi attraverso il cielo.
(36 letture dal 06/12/2018)
Altre poesie di gianni manca

<< scorri poesie >>
<< gianni manca >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.