Scrivere

Ecco il grattacielo della nostra vita

sergio garbellini
(Riflessioni)

La vita è un grattacielo
di ben novanta piani,
ci son nei primi dieci
bambini belli e sani.

Nei dieci successivi
ragazzi adolescenti
che sono alquanto svegli,
son bravi e intelligenti.

Dal piano venti al trenta
ci abitano quelli
che pensano all’amore,
ai vizi ed ai gioielli.

Negli altri dieci piani
ci son persone rette,
son piene di problemi
per via ... delle bollette.

Dal quarantuno in poi
e sino al cinquanta
ci vivon personaggi
con fibra sacrosanta.

Negli altri dieci piani
si nota la presenza
di gente un poco stanca,
ma piena d’esperienza.

Dal sessantuno ed oltre,
per saggia conclusione,
la gente pensa solo
a chieder la pensione.

Salendo sino a ottanta
si vive più distesi,
seppure ormai si avverton
dolori alquanto estesi.

Ai piani superiori
si vive di vecchiaia,
si passa tutto il tempo
distesi sulla sdraia.

Infin c’è la terrazza,
ma il fisico è già liso,
s’ammira il panorama
col minimo sorriso.

La vita è un grattacielo,
...si entra dal portone
e poi si sale ai piani
con vivida emozione.

Si sale ... e poi si sale
finché non s’è arrivati
in cima al grattacielo
sfiniti ed invecchiati.

E lì sulla terrazza
c’è pronto l’ascensore
che porta in paradiso ...
...dinanzi a Dio- Signore!
(81 letture dal 14/03/2018)
Altre poesie di sergio garbellini

<< scorri poesie >>
<< sergio garbellini >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.