Scrivere

Io e la notte

Ela Gentile
(Impressioni)

In quest’aria incerta
di un marzo incostante,
ancora con piogge e aria fredda,
osservo spesso il cielo
scrutando fra le nuvole
e sperando che qualche raggio di sole
rifletta nei miei occhi un arcobaleno
che preannunci un tempo sereno,
un avviso di prossima primavera
che, soprattutto, arrivi per sciogliere
quel velo che opacizza i pensieri,
avvolge l’anima e toglie il respiro.
Un inverno che sembra non finire,
che pare ingrigisca il “sentire”,
rendendomi incapace di colorare
i miei momenti d’azzurro sereno.

Ed ora, abbracciata alla notte,
sotto un rosso lenzuolo di sogni,
aspetto che un pensiero mi porti lontano
e colori queste ore che si consumano
nel silenzio totale dove solo si ode
il battito del cuore e l’incerto respiro.

Sono qui io e la notte... in attesa...
(70 letture dal 14/03/2018)
Altre poesie di Ela Gentile

<< scorri poesie >>
<< Ela Gentile >>
2 commenti a questa poesia:
   «Struggenti metafore che riflettono un sentire
interiore di disagio e solitudine.
Testo bello e intenso che muove dolorose
memorie.» di Eolo    «’Sono qui io e la notte... in attesa’ una magnifica chiusa per un’altrettanta poesia dedicata al mese di marzo piovoso e uggioso.» di Umberto De Vita
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.