Scrivere

Promesse giurate

Stefano La Malfa
(Donne)
Tema: "Ladro dei sogni"

L’allegria solare dei canti da bambina
si dissolse presto nell’innocenza di divenir donna.
Le dolci promesse giurate tra giovani amanti,
furon fari nella notte per noi che cercavamo amore.

Colse il mio meraviglioso giglio appena schiuso,
perlato di gocce di vero amore.
Il sogno di una vita vera ben presto,
sfumò nell’ira della gelosia feroce.

Mi cibavo di botte e di soprusi,
senza mai fiatar di bocca.
La pelle vestita d’arlecchino gridava basta!
Cercavo nei miei perchè, dove ho sbagliato?

Le ore della sera pesavan più di tutte,
le urla da ubriaco stordivano i bambini,
i giorni diventavan stanchi,
crollava l’armonia, sola pregavo Dio.

I pianti silenziosi asciugavan le ferite
e il ladro dei miei sogni dormiva quieto.
Chissà se nei suoi sogni ribelli,
almeno una volta ci sono stata io...
(136 letture dal 13/01/2018)
Altre poesie di Stefano La Malfa

<< scorri poesie >>
<< Stefano La Malfa >>
<< nel tema >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.