Scrivere

La passera

Felice Serino
(Fantasia)

memore della bella accoglienza
me la trovo sul davanzale ogni mattina
per "condividere" la colazione

è d’un piumaggio lucido e vellutato
l’ho chiamata "nerina"

sempre puntuale
precisa come un orologio svizzero

chissà mi chiedo
chi troverà ad accoglierla quando
anch’io avrò messo "un paio d’ ali"
(45 letture dal 13/01/2018)
Altre poesie di Felice Serino

<< scorri poesie >>
<< Felice Serino >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.