Scrivere

I tuoi silenzi

rita iacobone
(Impressioni)

Diafane lingue di nebbia
le paure mie di perderti,
nel sentiero interiore
inseguo ricordi d’amore, di canti,
rimbombano sull’anima
flebili tuoi silenzi,
così assordanti, tanto dolorosi,
un sospiro di luna
crea un raggio che forse ti trattiene,
stelle spingono per apparire
liberando il volto della notte,
consegno al suo palpito notturno
gocce tanto amare.
Chissà se domani l’aurora,
di certezze, vestirà il giorno.
(78 letture dal 13/01/2018)
Altre poesie di rita iacobone

<< scorri poesie >>
<< rita iacobone >>
1 commenti a questa poesia:
   «Molto spesso i lunghi silenzi piombano sull’anima come un macigno e subentra la paura di perdere la fiducia e l’amore della persona amata. E alla fine della poesia la brava Autrice ha una chiusa dal sapore di tanta amarezza: "Chissà se domani l’aurora, di certezze vestirà il giorno". Versi molto apprezzati.» di Alberto De Matteis
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.