Scrivere

Lontano lontano

Carlo Sorgia
(Impressioni)

Aldilà del mare luce insinuante
divora la notte
precede l’aurora del mondo
e dei sogni vestiti di festa
incipit di vera poesia.
Trasparenze soavi
rosso passione per grandi distese
anima e cuore in gabbia
in un mondo senza confini.
Onde leggere applaudono l’aria
in sordina
si schiudono al sole.
Sinfonie di bagliori e sussurri
e così tutti i giorni
quando segno la spiaggia.
Cerco la via che non torna
e trattengo il respiro
alle luci dell’alba.
(223 letture dal 13/01/2018)
Altre poesie di Carlo Sorgia

<< scorri poesie >>
<< Carlo Sorgia >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.