Scrivere

In eterna partenza

avidadiva
(Riflessioni)

In ginocchio, salmo
e lettera ai corinzi
sgranare tempo e colpe
inganni e procedure
d’alta finanza. Sulla pagina
il segno – inchiostro a sangue –
la via più giusta per seguire
la lettura, senso immaginifico
e semantiche esposte.
Non si chiede perdono quando
il peccato è già voto
commestibile, ecologicamente
sostenibile, quando la sinistra
non obbedisce alla destra
e il richiamo disevangelizza
il canto. Sogni sparpagliano
pensieri, piene d’anima,
salti immortali, coraggio
al limite della follia.
Storno o stormo, il passo è breve,
c’è voglia di spaziare, spalancare
occhi e... - Terra! Terra! –
a confondersi col cielo, annessi
e sconnessi. Meravigliante approdo
quando salpare è usuale dettaglio.
(36 letture dal 13/01/2018)
Altre poesie di avidadiva

<< scorri poesie >>
<< avidadiva >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.