Scrivere

La sera

Rosaria Barbarinaldi
(Famiglia)
Tema: "Occhi di madre"

La sera,
quando il buio inghiotte gli affanni del giorno,
quando il silenzio irrompe,
mi fermo sull’uscio della cameretta,
e con gli occhi chiusi
annuso avida,
quell’aria calda e profumata.
Il tempo corre,
come un maratoneta bramoso di vittoria,
non si lascia ghermire,
altezzoso e beffardo
striscia
lasciando una piacevole scia dorata.
Quella luce intensa e scintillante
vivifica tutte le mie notti,
nutre la mia anima,
riscalda il mio cuore.
Nel silenzio della notte,
quando tutto tace,
ferma sull’uscio della cameretta,
ascolto bramosa il vostro silenzio,
per non disperdere nulla,
neanche il vostro respiro,
che si trasforma col mutare del tempo.
(255 letture dal 12/11/2017)
Altre poesie di Rosaria Barbarinaldi

<< scorri poesie >>
<< Rosaria Barbarinaldi >>
<< nel tema >>
1 commenti a questa poesia:
   «Tempi sospesi, d’eternità,
essere madre e esternare il proprio sconfinato amore,
né l’attenzione, verso i propri figli.» di Eolo
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.