Scrivere

Un pugno d’assenza

Rosanna Peruzzi
(Famiglia)
Tema: "Occhi di madre"

Non ricordo i tuoi occhi
si sono appiccicati
al vischio di troppe bugie.

Dovevano contenere le stelle
per far risplendere
gli sguardi dei tuoi figli
di teneri anemoni sbocciati
all’alba di un giorno di sole.

I tuoi occhi
erano nuvole d’indifferenza

un pugno d’assenza

a rosolare emozioni
bruciate
per le troppe distrazioni.

Hanno rubato il respiro
a quelli veri di mia madre
che cullavano le mie paure
pizzicando la malinconia
di un sogno a singhiozzo.

I tuoi occhi...

sono istanti sepolti
dentro lacrime di pietra
nel cimitero del tempo.
(250 letture dal 11/11/2017)
Altre poesie di Rosanna Peruzzi

<< scorri poesie >>
<< Rosanna Peruzzi >>
<< nel tema >>
5 commenti a questa poesia:
   «Versi che sono un grido di tristezza, stridono agli orecchi del lettore, fanno tanto male.» di Marinella Fois    «Forse non hai perso tu. Ha perso la tua mamma un tesoro che non è facile riprendere
L’assenza e la mancanza di coccole e carezze, di pensieri trasmessi con gli occhi di madre... sono un tempo infinito impiegato male.
Assai profonda e intensa. Plauso!» di Mariasilvia    «Questa Poesia ha l’effetto di una" doccia fredda"...e il sapore della Tristezza. Scritta mirabilmente bene. Senza Parole.» di Julie    «Metafore dolorose, forse una contrapposizione tra l amore di madre e l amore di una donna» di Eolo    «Brividi sentivo mentre leggevo questa bellissima come una preghiera rivolta in cielo ...complimenti» di Patrizia Cosenza
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.