Scrivere

"Nel solco della speranza"

Maria Assunta Maglio
(Sociale)
Tema: "“Lascia che io torni a respirare, e mai così tanto saprò apprezzare la vita. -Marina Gaddi "

Aria di veleno strugge respiro.
Quanta delusione e amarezza
nel nido della sofferenza,
volti aggrovigliati di sguardi uccisi,
respiro d’affanni al passar del tempo.
Foglie essiccate,
sbriciolate al mutar di stagioni,
eventi d’un cupo presagio.
Stanco!
Avvilito del lungo camminare,
non trova ossigeno nel ciel di nuvole.
Lacrime immerse sull’umido navigare,
ondoso mar che salsedine esala,
brucia ultimo suo respiro.
Ma... amor tutto può fare
o fratello dalle mie stesse mani,
un pugno di terra
nel solco della speranza.
(161 letture dal 14/10/2017)
Altre poesie di Maria Assunta Maglio

<< scorri poesie >>
<< Maria Assunta Maglio >>
<< nel tema >>
1 commenti a questa poesia:
   «la speranza nasce dall’amore, non ho potuto far a meno di commentare ...
adoro la speranza perché nasce da una serenità interiore,
un groviglio di sensazioni e benessere, speranza è virtù a
nascer e prolificar dove l’amore si rinforza...
bella poesia, triste ma, la chiusa magistrale...
piaciuta tanto... complimenti all’ autore.» di Adele Vincenti
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.