Scrivere

La lavatrice

Annalisa Amadei
(Donne)
Tema: "Un angolo tutto per me"

Ruota e gira lentamente
il mio vestito corallo
dietro l’oblò di un mare fatto di metallo.

Turbina gorgogliando la lavatrice chiusa
come i lamenti di un gatto quando fa le fusa.

È simile al ritornello di una ninnananna
mescola i colori di una vita
che sa di aceto e panna.

Mormora ripetitivamente
spazzando via
le macchie di questa storia mia
con l’ammorbidente
con il detersivo a quaranta gradi
in piccoli vortici d’acqua che paiono tornadi.

Non amo i lavori domestici
ma lei mi ha sempre affascinato
per quel profumo di sapone
che acquista il bucato
dopo che la massaia lo ha steso al sole
mi ricorda la primavera, le foglie e le viole.

Mi rammenta che anch’io sono solo vapore.

Sono solo gocce apparse sul vetro appannato
Sono solo bolle, che il vento seco ha trascinato.

Sono il canto monotono di una contadina stanca
di una tovaglia che torna
ad essere bianca.
(155 letture dal 17/09/2017)
Altre poesie di Annalisa Amadei

<< scorri poesie >>
<< Annalisa Amadei >>
<< nel tema >>
1 commenti a questa poesia:
   «bella, divertente, simpatica e profumata come il bucato che ne esce... elogio... brava...» di emiliapoesie39
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.