Scrivere

Ricami in giochi di luce

Julie
(Satira)
Tema: "La satira è una sorta di specchio dove chi guarda scopre la faccia di tutti tranne la propria (Jonat"

In questa notte
che non so dividere
con nessuno
fisso lo specchio,
mi dà la sensazione
di non essere sola.

Forse siamo in due
in un mondo animato
dal sogno...
Una festa di sensi
in un invisibile prato fiorito
o nel bosco tremolante
di raggi lunari.

Non ho la forza di staccarmi
dal riflesso di luce
così esile e sfumato
da rendere incerte le cose.

Nella tua figura
trovo le stesse mie forme
la stessa freschezza
di Primavera

Leggero è il silenzio
attorno a me
con l'ultima sigaretta
che offusca il vetro

Quando mi appari
tra un velo di fumo
riscopro una complicità
che sembra senza pudore

e, la mia immagine
o la tua, si fermano
sulla scia di un cielo
bagnato di stelle.
(216 letture dal 27/08/2017)
Altre poesie di Julie

<< scorri poesie >>
<< Julie >>
nel tema >>
1 commenti a questa poesia:
   «Riflette bene la nota, il dubbio c'è davanti allo specchio dove tutto si deforma, s'allarga, si ingrandisce. Si doppiano le immagini e la mente contrasta i pensieri con quelli del cuore. Mi par d'averti vicino e nelle tue forme sentire il mio respiro... Quando si aprirà il giorno sul vetro sempre più chiaro, scenderà nella nullità di un mattino qualunque. Tema ben stilato, entrato nel cuore di un mondo poetico tutto da leggere e interpretare.
Complimenti.!! !» di Mariasilvia
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.