Scrivere

La mia impronta

Tonia La Gatta
(Satira)
Tema: "La satira è una sorta di specchio dove chi guarda scopre la faccia di tutti tranne la propria (Jonat"

E’ la mia impronta viva nello specchio
coi passi delle zampe variegate
dalle tue fughe in alto pilotate
con l’acqua che ricopre il mondo vecchio.

E’ la tua impronta a mille nel mio secchio
divisa in tante forme architettate
dall’essere le vite consumate
sentite e comandate dall’orecchio.

E sono tanti e tante sei miliardi
con segni e buchi enormi sulla faccia
capaci di mostrarsi con gli azzardi

di un gioco che nel vento si sfilaccia
mostrando al mondo intero e ai tanti sguardi
il volto della vita e la linguaccia.
(186 letture dal 27/08/2017)
Altre poesie di Tonia La Gatta

<< scorri poesie >>
<< Tonia La Gatta >>
<< nel tema >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.