Scrivere

Mamma

Gentiana Marika
(Famiglia)
Speciale: "Festa della mamma"

La dolcezza dei tuoi occhi
mi accompagna da quando ha inizio
il mio misterioso viaggio

Ti guardo e il tuo sguardo vellutato
mi accarezza,
Il tuo sorriso illuminante
anche in giorni pesanti
travolge il mio cuore
poiché tu sei semplicemente così.

A volte ti scorgo così decisa
a volte così fragile
Ora una bambina indifesa,
ora una roccia impiegabile,
cammini sui tuoi passi felpati e leggeri
come una Dea,
tra effluvi emanati dalla tua dolcissima anima

Dirsi “ti voglio bene”
forse è raro tra di noi,
ma a che servono le parole se ci sono i silenzi
Quando i nostri occhi si incontrano,
i cuori stessi si toccano
Le nostre anime
vivono le stesse estensioni
Le nostre vite
hanno lo stesso sapore, stesso aroma

L’essenza del mio essere sta nelle tue viscere
Viviamo in simbiosi
e sogniamo gli stessi sogni io e te.

Perché tu sei immensamente così!

Siamo unite nell'Infinito io e te,
in quello spazio senza tempo
dove la parola Amore
sfavilla di luce propria
e sprigiona bellezza celeste.

Grazie Mamma!
(659 letture dal 06/05/2016)
Altre poesie di Gentiana Marika

<< scorri poesie >>
<< Gentiana Marika >>
<< nello speciale >>
1 commenti a questa poesia:
   «''...Quando i nostri occhi si incontrano, i cuori stessi si toccano...'' tra i versi più emozionanti che una figlia può incidere per la propria madre... un susseguirsi di emozioni e di sensazioni che legano per sempre due cuori... l'unico sentimento d'Amore che resisterà al tempo, alle intemperie della vita e anche dopo la morte resterà inciso in ricordi sublimi... commosso da un amore così IMMENSO...» di Giacomo Scimonelli
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.