Scrivere

Mirabile dono

Gerardo Cianfarani
(Natura)
Speciale: "Giornata della Terra"

Ho aperto le mie braccia a salutare il giorno
ho spalancato la finestra al sole d’aprile
ho immerso le mie mani in acqua di fonte
ho teso l’orecchio al sibilo del vento

Estasiato ho mirato un cielo stellato
e l’argentea luna spargere luce su valli e monti
e l’ondeggiare di un mare profondo
e il magico splendore di fiori e frutti

Canto d’uccelli e belar di greggi
campi di grano imbiondire al sole
sui monti la candida neve
sui verdi prati farfalle ed api

Risa e gioir di fanciulli
canti d’amore su labbra giulive
teneri abbracci d’amanti sognanti
luce brillare negli occhi di madri

Mirabile sfera di luce e profumi
plasmata con arte dal nobil Creato
lodevole dono all’umano intelletto
perché ne godesse con animo grato...
...per sua cupidigia fa grande dispetto
(1028 letture dal 22/04/2016)
Altre poesie di Gerardo Cianfarani

<< scorri poesie >>
<< Gerardo Cianfarani >>
<< nello speciale >>
1 commenti a questa poesia:
   «un don meraviglioso che ci é stato fatto ma che non sappiamo apprezzare... purtroppo... lirica molto intensa che ci esorta ad ammirare le meraviglie che c circondano ...il mio elogio al poeta» di carla composto
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.