Scrivere

De finibus

Valeria viva
(Natura)
Speciale: "Giornata della Terra"

Ho lasciato in fondo al tacco
la culla dei ricordi,

pura vermiglia
perlate visioni,

sotto il maestoso noce
ombreggiavo le paure,

floride foglie animavo
il mio vestire,

altalenanti malli
tingevo pacato cuore

spinose ali d' india
ardire sapore ovattato

arborescente asse
terrestre quiete,

il tessere ordire
spigati lamenti,

elegante stellata sera
l'ora solcata,

fiocchi d'oro
tracciavo il vago cammino
emblema fiorisce,

esulta incagliato desio
in balia du jentu,
sognata Terrae
beata mia.
(809 letture dal 21/04/2016)
Altre poesie di Valeria viva

<< scorri poesie >>
<< Valeria viva >>
<< nello speciale >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.