Scrivere

Vado

63aprollo
(Festivita')
Speciale: "Speciale Pasqua"

Vado
dove il tempo
non è un'incognita.

Tralascio
l'oltre
che mai
si fece vero.

Vivo
per congetture
e non per verità
che mai si diedero a me.

Quante bugie
sono passate
nel panorama
che tramonta in me.

Ho chiesto
ho pregato
ho sperato
ho cercato
che la mia vita
non mi salutasse
senza un po' di lei.

E' nella tempesta
dell'anima che naufraga
nella coscienza
che si avvide di me
nei miei silenzi
che stracciai
per non dar adito ha chi
si frapponesse tra me e lei.
(477 letture dal 27/03/2016)
Altre poesie di 63aprollo

<< scorri poesie >>
<< 63aprollo >>
<< nello speciale >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.