Scrivere

Donne

Giovanni Chianese
(Donne)
Speciale: "Festa delle Donne 2016"

Allettante è il profilo di donna
al vento d'impetuoso Olimpo
che agli sguardi d’anelanti lingue
attoniti occhi cristallizza al cielo

Complicità all’azione illecita
il velo ondeggiante
che nella luce smagliante
è sotterfugio degli anfratti

Imperiale è la Venere
agli svolazzi d'impudiche curve
che orgogliosa si mostra
all’indice di gradimento

Oh tentazione Donna
sei come leccornia d’albe e tramonti
e prelibatezza d'aurora
ai congedanti notturni

A noi seduttori regali
la squisitezza e bontà vostra
sarà l'organza dell'amore a trionfare
nel godere insieme l’avventura

Voi anime pie come dono di Dio
per noi uomini duri e balordi
ahimè a chi vi tocca con prepotenza
nell'intento di ferirvi brutalmente

Voi ventre di una rosa
tra profumo e candore
insuperabile dignità siete
donando vita e amore
tra specchi d'un cultivar domestico
(1341 letture dal 08/03/2016)
Altre poesie di Giovanni Chianese

<< scorri poesie >>
<< Giovanni Chianese >>
<< nello speciale >>
4 commenti a questa poesia:
   «Versi d'incanto a celebrare la bellezza e la tenacia muliebre in un plastico affresco delle emozioni. Un sussurro della complessità femminile e della sua capacità d'imporsi col suo sentire nelle relazioni umane. Un lessico intenso e sfumato... che condensa infinite dimensioni del dire... Stupenda dedica all'universo femminile al quale l'Autore si accosta dimostrando estrema sensibilità e delicatezza d'animo... In questi ispirati versi è racchiuso gran parte dell'essere donna, con il suo modo di agire, la sua accettazione delle rinunce, la sua capacità di ristorare chi le sta affianco.
Leggera come una carezza di vento e pura come la bianca schiuma del mare che offre al contempo ristoro e tempesta con le sue tentazioni.
Molto apprezzata...» di Antonio Biancolillo    «una bellissima ddica alla donna molto apprezzata per lo stile e per il contenuto ...intensa ed apprezzata la chiusa» di carla composto    «Mi soffermo sulla chiusa per avvalorare (semmai ce ne fosse bisogno) l'efficacia di una sinestesia che ben sintetizza quell'essere meraviglioso che si chiama donna:
"Voi ventre di una rosa
tra profumo e candore
insuperabile ..."» di Duilio Martino    «Una lirica alla donna di alto contenuto, stilata con uno stile impeccabile... Il Poeta ha molto rispetto per le donne e lo dimostra in questi stupendi versi. L'8 marzo non deve essere più una festa ma una giornata di denuncia contro le violenze e i soprusi che molte donne sono costrette a subire. Poesia molto espressiva che entra nel cuore dei lettori» di Sara Acireale
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.