Scrivere

Ardito Ardente Ardore

Kiaraluna
(Amore)
Speciale: "San Valentino"



Quasi cieca, è l'anima che indosso mio malgrado
non so che spigolare
nell'orme che ho lasciato che lasciassi
sul bagnasciuga del mio cuore
e polvere
è l'affresco di bucoliche assetate nudità di seta pura,
ardito ardente ardore
svanito tra le fibre dei miei giorni

candida tela che mi sfiora appena quasi a cercarne traccia,
immacolata di recondito sapore
che solo di te ho gustato appieno senza freni
quando l'amore era rugiada
negli occhi, sulla pelle
e l'aria una barriera di stupore e luce senza fine.

La vita si dipana
aliena
appesa ad asciugare il vento che contiene
ed incolore è il suo profumo
vile, il suo tacermi il tuo cammino alle mie spalle,
deforme
senza braccia
asettico il torpore che mi piega al suo volere

apatica, la mente si assopisce
e stenta a ricordare gli anni attraversati dal tuo cielo,
straniero
che mi rovina addosso

e schiaccia
a ogni respiro.


(1364 letture dal 14/02/2016)
Altre poesie di Kiaraluna

<< scorri poesie >>
<< Kiaraluna >>
<< nello speciale >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.