Scrivere

Ricci neri

Grazia Bianco
(Famiglia)
Speciale: "Festa della mamma"

Due giorni passaron
dolori e passione per un figlio che nasce
il giorno arrivò
l'alba sfumò
l'ora s'avvicinò
la vita miracolosa del mistero
era sull'uscio dell'origine della vita!

Un mare di neri ricci
un piccolo uomo nasceva
nel deserto del momento io e te Figlio mio
insieme eravamo, lo siamo e lo saremo
legati da un cordone
sulla via del presente
in un mondo futuro...

Granelli di piccole gocce
scendevano sul corpo stanco
come petali di fiori
le ore passavan
le tue manine da grande
i tuoi occhi a mandorla
l'odore di un Figlio
il calore di una mamma!
(834 letture dal 10/05/2015)
Altre poesie di Grazia Bianco

<< scorri poesie >>
<< Grazia Bianco >>
<< nello speciale >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.