Scrivere

Stella abbandonata

annamaria vezio
(Famiglia)
Speciale: "Festa della mamma"

Tenevo la tua mano,
stella abbandonata nella mia
e leggero il tuo sangue
navigando nelle vene
lambiva il mio pensiero
che ci portava in quei mondi
sconosciuti e sinceri
Abbiamo camminato
col passo senza orme
il tuo abbraccio nel mio,
leggere e avvinte
abbiamo solcato
la Grande Porta
e visto la vita Nuova
Ma tu, mamma
lì non m’ hai voluta
mi hai chiesto di tornare
sul solco dei miei passi
e ho date le spalle a quella luce
dove vivi tu
Ora, senza te è il mio cammino
e mesta, contemplo l’ orma
che dal mio peso scivola
e nell'ombra che lascia
si nutre la nostalgia
di quella stella abbandonata
fiduciosa, nella mano mia.
(387 letture dal 10/05/2015)
Altre poesie di annamaria vezio

<< scorri poesie >>
<< annamaria vezio >>
<< nello speciale >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.