Scrivere

Gocce di te

Marial
(Donne)
Speciale: "Festa delle Donne 2015"

Per continuare a guardarti
ho bisogno dei tuoi occhi
che portano nel cuore
il profumo di una notte stellata

nella mente
i colori
di un arcobaleno infinito

nel pensiero
la primavera generosa
dove si fondono gli odori
delle rose vermiglie

Soave il tuo sorriso
che si schiude nella danza
di un'eterna fiamma d'amore
inventando il nuovo,
l’imprevisto e l’impossibile...

riflessa nei sogni
che hanno il potere d'incantare
sei nuvola che varchi
il cielo dei miei pensieri

sei miele, turbine e vento
con il sapore del bosco,
della pioggia,
e il suono angelico di un'arpa

Sei lo spettacolo più bello
che travolge le pagine
della mia vita

scivola negli abissi
della mia anima
sconfinata
e mi riveste di brividi.

Questo è il mio motivo,
per cui sono felice.
(1488 letture dal 08/03/2015)
Altre poesie di Marial

<< scorri poesie >>
<< Marial >>
<< nello speciale >>
2 commenti a questa poesia:
   «Un fiore seminato tra le stelle nel frusciare della sera. Vola il cuore al tuo sentire, tra nuvole rosa nella baraonda di melodie che stordiscono l'anima. Orizzonti sempre d'oro in ogni tuo sorriso, e in ogni pensiero felice.
Fiore appassito per la mano di altri, senza carezze e senza più sogni.
Figura di Donna, femminile e forte, esile, fragile, decisa... Bella, c'è tutta la primavera nei tuo occhi. Bellissima lirica!
Non mi stupisce il tuo pensiero in merito.
Complimenti all'autore .Lode» di Lauretta48    «Il mondo non ti abbatte e Il tuo sorriso è luce che attraverso la finestra del tuo viso, e le parole rassicuranti come i tuoi occhi quando ti cerco!
L'amore splende e travolge il cuore. L'eterna stella sei, quando l’oscurità riempirà il giorno e io mi sentirò solo. Adorabile Donna! Lirica molto elevata di dolcezza infinita. Complimenti! Bellissima davvero!» di Mariasilvia
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.