Scrivere

L'altra parte della luna

Giulia Gabbia
(Donne)
Speciale: "Festa delle Donne 2013"

Rivedo te, Donna
nell'altra parte della luna
ammantata dall’orrore e d’antartico gelo.
Dove affranti pensieri
rabbuiano la tua esistenza
d'aver ceduto ad una debolezza .
E' una colpa sottile che t'ha fatto assaporare
sangue e calore della violenza.
M’umilia e t’umilia
recidendo ogni filo della trama
tessuta di un giorno
dal marchio infame .
Sigilli il tuo respiro nelle lacrime incolori
nel tacito silenzio
che non ha più voce sui soprusi
né sangue sulle uccisioni
Ben poco serve un ramo d’oro di mimosa
ricordare te, Donna, in un sorda e cieca società
(3585 letture dal 08/03/2013)
Altre poesie di Giulia Gabbia

<< scorri poesie >>
<< Giulia Gabbia >>
<< nello speciale >>
Indietro
Menu generale

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.